Header

Comunicazione

La presenza di biomasse spiaggiate sugli arenili da sempre crea potenziali disagi per cittadini, bagnanti e gestori di stabilimenti balneari. Al fine di aumentare il grado di accettazione della presenza di materiale vegetale spiaggiato lungo la costa, nell’ambito del progetto P.R.I.M.E. sono state messe in atto diverse attività di comunicazione e sensibilizzazione. La comunicazione ha avuto l’obiettivo di informare il pubblico sul ruolo dei residui di piante marine spiaggiate nel mantenimento degli equilibri degli ecosistemi costieri, così come evidenziato dalla stessa Circolare Ministeriale n. 8123/2006. Il nuovo Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGU) della Puglia prevede, per quanto riguarda la comunicazione e l’informazione per la gestione delle banquettes di Posidonia oceanica sugli arenili, che le Aree Marine Protette, ed in generale tutte le aree protette con competenza marino-costiera con gli ARO di riferimento, costituiscano occasioni utili nelle quali può essere cercata la convivenza tra fruizione balneare e presenza delle banquettes attraverso campagne di comunicazione e sensibilizzazione ambientale. Le modalità attuative, gli strumenti operativi ed i contenuti di tali campagne dovranno essere centrati su temi quali:

  • - l’origine naturale dei depositi;
  • - la corrispondenza tra l’alta qualità dell’ambiente marino costiero, presenza della posidonia  edei suoi spiaggiamenti;
  • - gli usi tradizionali delle foglie;
  • - l’importanza ecologica complessiva delle banquettes e le funzioni positive dei depositi;
  • - i danni ambientali ed economici di una gestione non ecologica delle biomasse vegetali spiaggiate.

I bagnanti pertanto sono stati informati sugli obiettivi del progetto, sulle alternative ecosostenibili alla rimozione dei residui di posidonia dalle spiagge e allo smaltimento in discarica e sui benefici che invece si potrebbero ricavare dall’impiego del materiale compostato. Al fine di sensibilizzare bambini e ragazzi alla conoscenza della Posidonia oceanica (L.) Del e all’importanza che essa riveste nell’ecosistema marino, nonché all’importanza delle banquettes per il mantenimento dell’equilibrio costiero, e di illustrare le possibilità di valorizzazione dei residui attraverso il loro utilizzo in agricoltura per la produzione di compost o nel vivaismo come substrato di coltivazione, nell’ambito del progetto PRIME sono state realizzate attività di educazione ambientale nelle scuole. Sono state realizzate, inoltre, lezioni “in campo” presso siti di accumulo di residui spiaggiati e i ragazzi sono stati coinvolti in operazioni di rimozione di rifiuti dalle banquettes.

Attività di comunicazione e sensibilizzazione sulle spiagge(Foto Eco-logica Srl)

 

 
Comune di Mola di Bari ECO-logica s.r.l. CNR ISPA ASECO TECOMA