Header

Obiettivi

Il fenomeno dello spiaggiamento: residui e banquettes di foglie di posidonia

Il progetto P.R.I.M.E, cofinanziato dalla Comunità Europea con il Programma di Iniziativa Comunitaria Life + (LIFE09 ENV/IT/000061), è stato realizzato dal Comune di Mola di Bari (Lead Partner), ECO-logica Srl, Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari (CNR-ISPA), Aseco Spa e TecomaDrying Technology Srl in qualità di beneficiari associati, nel periodo Settembre 2010- Dicembre 2013, con l’obiettivo di definire un Sistema Integrato di Gestione dei residui spiaggiati di posidonia. Sono state condotte analisi dirette degli aspetti legati alla problematica dello spiaggiamento delle biomasse vegetali, finalizzate ad affrontare sia l’aspetto ecologico, relativo allo stato di salute delle praterie, alle dinamiche dello spiaggiamento e alla loro importanza ecologica sul litorale, sia l’aspetto gestionale relativo alle operazioni di raccolta, movimentazione e pretrattamento dei residui di posidonia spiaggiati finalizzati al recupero e alla re-immissione nel ciclo produttivo. In particolare il progetto P.R.I.M.E si è occupato di ampliare il potenziale utilizzo in agricoltura dei residui di posidonia spiaggiata e individuare le modalità di recupero come ammendante nei suoli agricoli e/o come substrato per l’ortoflorovivaismo.

 
Comune di Mola di Bari ECO-logica s.r.l. CNR ISPA ASECO TECOMA